Rotolando verso Sud

Pubblicato il da gbordons

ice 1510

 

 

 

Così strano dirigere il furgone in direzione del mare in pieno inverno. Strano se a bordo ci sono quattro Gipyes, quattro amici di nome Bruno Mottini, Paolo Marazzi, Raffaele Cusini ed il sottoscritto. E' risaputa la nostra malattia: la malattia della polvere! Ma è al sud che la neve è caduta ed è là che il nostro pensiero vola! Dopo tutti i bombardamenti dei telegiornali sull'emergenza freddo abbiamo deciso di interpellare Ciro Sertorelli, amico, guida alpina nonché nostro istruttore, per sapere le reali condizioni. Ciro da anni scia ad Aremogna, e ci fornisce solo un numero: in metri! Questo ci basta per non aver dubbi e partire! 

 

ice-1385.JPG

 

 

Senza perder altro tempo lasciamo il Piccolo Tibet alle nostre spalle. 


Dopo esser rimasti senza benzina, col motorino di avviamento morto e  aver dovuto metter le catene per gli ultimi trenta metri dal parcheggio, riusciamo finalmente a coricarci nei nostri sacchi a pelo. E'  l'una di notte passata! Ma si sa', non c'è ricordo senza avventura, e non c'è avventura senza peripezie ed inghippi!

 

L'indomani Ciro ci accompagna da Roberto Del Castello il proprietario degli impianti di Aremogna, il quale ci accoglie come dei veri vip.  Poche volte capita che un gruppo di freerider vengano accolti in una stazione sciistica con tanto apprezzamento e sopratutto con tanta disponibilità. Considerando poi, il fatto che vige l'ordinanza per il divieto per il fuoripista non era poi scontato ricevere cotanta accoglienza. Sicuramente Ciro ci ha dato un buon biglietto da visita e, questo, non può che renderci orgogliosi.

 

Peccato solo che la polizia e la guardia di finanza non erano così felici della nostra presenza e noi della loro. Ma siamo in Italia e siamo governati da leggi e regolamenti troppo stupidi! Loro in fin dei conti devono solo fare il loro lavoro.

 

ice 1486

Rider fuorilegge: Paolo Marazzi

 

Luigi Troiano, fratello freerider e intrattenitore degno di Zelig, ci illustra accompagnandoci nei suggestivi paesaggi di questo resort sciistico. Aremogna è un vero un parco giochi che varia da canali, a pendii aperti, a boschi di faggio da favola. I cliff  dalle barre rocciose non mancano e sembrano esser stati messi tutti esattamente dove uno li vorrebbe trovare. L'unico neo è il dislivello, ma non possiamo pretendere la botte piena e la moglie ubriaca!

 

Quaggiù al sud, in Abbruzzo, non siamo gli unici a macinare chilometri per colmare la fame di profonda. Pensate davvero che il numero 1 dei lavoratori in cantiere non sia puntuale?!?!?!? Il grande capo dei Polverosamente Alegher, il super Nacio era sull'attendi con tutta la sua crew composta da: Vittorio Trinca Colonel il figo per eccellenza, Maurizio Fasano la zia troppo avanti, Lorenzo Fiandino la guida con l'occhio che brilla!

 

ice 1498

Rider: Raffaele Cusini

 

 

ice-1500.JPG

Rider: Bruno Mottini

 

 

Beh la neve non mancava e la compagnia era davvero delle migliori! Cosa voler di più dalla vita? La certezza e la consapevolezza che delle giornate così traboccanti di gioia esistono e si perpetuano. E' stupido lasciarsi buttar giù da eventi che non valgono nemmeno il tempo di uno shottino in un bar di lesbiche. Questo è un memento che dovrò tatuarmi sulla pelle!

 

Grazie a tutti voi, per i sorrisi, le risate da piegarsi in due e l'amore che ci lega! Nulla è più profondo della profonda!

 

 

ice-1473.JPG

 

 

ice-1381.JPGP

Polverosamente Alegher Crew e Luigi Troiano

 

 

 

ice-1380.JPG

 

 

 

 

 

 

leggero, veloce, profondo 

giuliano "bordons" bordoni

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post