parole

Pubblicato il da gbordons

 

parole

 

 

 

 

 IMG_1561.JPG

 

 

 

 

 

A volte le parole volteggiando, si infilano nella testa e scorrono nelle vene, in attesa di esser intessute sulla carta.

A volte veloci cadono fuori e nell' inchiostro affogano.

A volte le lascio fluire senza riposarle con cura su quel foglio bianco a me caro.

 

Le tengo lì assieme alle altre e ne diventano pensiero.

Un pensiero in stallo che mi tiene compagnia.

In attesa.

In attesa di essere posato.

 

Sono pensieri che danzano mentre lande di terra, dal sapore lontanamente dolce, mi scorrono sotto i piedi.

Ho imparato a camminare tra i vicoli di ricordi lontani.

Tra le case costruite sopra i sogni deturpati e stelle scintillanti.

Focolai che riscaldano intrecciati a musiche di favole irlandesi. 

 

Sto all' angolo, ad osservare ancora una volta, un bagliore lontano di un sole che si spegne dietro un orizzonte.

Un orizzonte dove gli unicorni correvano ancora liberi tra le terre dolci.

Dove le fate giocavano con i folletti e le case di marzapane nutrivano la terra.

Là, l'amore si specchia nelle parole e, a volte, in quello specchio trabocca mentre il tempo le attende.

 

 

 

 

leggero, veloce, profondo

giuliano "bordons" bordoni

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post